Editoriale “La ricerca della Notizia”

Gli scalatori di montagna lo sanno bene: la vetta si gode nella sua interezza non mentre la si sta respirando, non mentre le mani sono ancora impastate di terreno e sudore, ma guardandola attentamente dalle pendici, dalla catena montuosa opposta, dall’alto. Per questo motivo, in occasione del nostro 3°compleanno, ci siamo messi in ascolto di alcune persone che ci hanno seguito da vicino in questi 36 numeri e rappresentano primizie nella storia del giornale. Spesso anche il silenzio costituisce un’azione e ancor meglio, come negli scacchi, ne precede la definizione. Attraverso loro e attraverso ognuno di voi ci specchiamo. E quello che più risalta è che “Il Centro” parla di chi lo scrive tanto quanto di chi lo legge. Ma cosa ci unisce?

Se potesse parlare il nostro primo numero direbbe che ci vede uguali e diversi oggi. Uguali nell’entusiasmo, diversi nella consapevolezza del nostro “fare informazione”. Con noi sta crescendo una classe di giornalismo specializzata nell’ambito cristiano, che osserva gli avvenimenti delle realtà religiose anche con la prospettiva della “notizia”. Se non si tratta di restauri o denuncie gli altri giornali tacciono e invece costituiscono vera e propria notizia anche giovani vite in cammino per Santiago di Compostela, tutti i racconti di vita che arricchiscono le nostre pagine o il silenzioso raggiungere nelle case chi soffre. è notizia perché parla di vitalità e le notizie sono capaci di rivoluzione. Sant’Agostino diceva «il sogno, la poesia, l’ottimismo aiutano la realtà più di ogni altro mezzo a disposizione». Ed è bello anche da cittadini poter fare informazione, questa informazione, nella nostra Penisola, nella terra che ci ha cresciuti, trattando tutto ciò che della quotidianità tocca, inevitabilmente o piacevolmente, ognuno di noi. Il cristiano non rimane a vita nelle chiese, non si barrica nelle canoniche. Il cristiano va per il mondo e va per annunciare la Notizia. E in fondo questa non è anche la missione del giornalista? Ecco cosa ci unisce. Auguri redazione.

Iole Filosa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...