L’editoriale: Noi, gregari dello stesso gioco

Editoriale di: Iole Filosa

La creazione di Adamo di Michelangelo Buonarroti

L’apertura sul Sinodo e la nostra gerenza costellata più del solito di collaboratori è una gran bella “coincidenza”. Settembre è sempre un inizio, un mese in cui, più che nel frastuono dell’ultima mezzanotte dell’anno, si tirano le somme su ciò che si stringe e ciò che si è lasciato andare, ciò che si è perso e le cose o, ancora meglio, le persone di cui ci si è arricchiti. Lo stanno facendo i sacerdoti della nostra diocesi discutendo dell’impegno pastorale e delle sue sfumature. Lo facciamo noi come giornale aprendo le porte a nuovi volenterosi collaboratori e, nello stesso tempo, tenendo viva la gratitudine verso chi dall’inizio ha sempre fatto parte della squadra in modo onesto e appassionato. Lo facciamo tutti come singole persone riguardando esami sostenuti, lavori archiviati, domande presentate, attività avviate, relazioni intessute… Tutte queste realtà hanno una cosa in comune: l’unione. Si dice spesso che l’unione fa la forza, ma nel concreto si gioca a fare i solisti. E dimentichiamo che siamo tutti gregari. Gregari gli uni nei confronti degli altri e di un gioco più grande di noi che si chiama vita (e in nessun altro modo) e da cui solamente con l’appoggio sincero dei compagni d’avventura, talvolta professionale, più spesso personale, si esce davvero vincenti. L’augurio è di mantenere testa a questa sfida, di non perdere per la strada persone indispensabili, per il loro cuore ancora prima della loro intelligenza, e di dare, sempre, il giusto valore ad ogni attimo, ad ogni sforzo, ad ogni promessa, ad ogni traguardo.

La vignetta di Settembre 2010

La polemica sull’opportunità di installare le giostre in Piazza della Repubblica a Piano di Sorrento in occasione della festa di San Michele, santo patrono del paese, ci ha suggerito questa vignetta in cui San Michele e il Diavolo, quest’ultimo nella veste di serpente per tenere fede all’iconografia micaelica, si danno battaglia sulla pista dell’autoscontro.

Sinodo, “camminare insieme” in Cristo

Servizi di: Costanza Martina Vitale

L'immagine rappresentiativa del Sinodo. A destra il Vescovo della diocesi Felice Cece

Si apre nella cattedrale di Sorrento, sabato 25 settembre 2010, il Sinodo che abbraccia per la prima volta l’intera diocesi di Sorrento-Castellammare, guidata dal vescovo Felice Cece. 144 i convocati per questa grande opera di rigenerazione delle strategie pastorali. Sulla tempistica ed i particolari tecnici fa luce per noi don Tonino Minieri, viceparroco della comunità di Sant’Agnello e direttore dell’ufficio confraternite.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

Opinioni in disaccordo: Giostre sì giostre no?

Ci rispondono due rappresentanti della cittadinanza

VOTA IL SONDAGGIO IN FONDO ALLA PAGINA

Domenico Cinque (41 anni) Presidente Pro Loco Piano

Domenico Cinque, presidente della ProLoco di Piano di Sorrento: Le giostre sono un retaggio di un’epoca ormai passata in cui i giovani attendevano il luna park settembrino come un’occasione per svagarsi, i tempi cambiano, oggi le occasioni per divertirsi sono molteplici (nuoto, calcetto, sale giochi etc.) che non si vede proprio la necessità del luna park. Inoltre le giostre occupano per circa un mese uno spazio vitale della nostra città, Piazza della Repubblica ormai è diventato un parcheggio importante che per un mese diviene inutilizzabile penalizzando tutte le attività commerciali che si trovano nei pressi. Inoltre il Comune vende per quell’area degli abbonamenti, gli sfortunati cittadini che per motivi di lavoro o perchè risiedono nella zona acquistano i tagliandi si vedono privati per un lungo periodo di buona parte dell’area di sosta loro riservata senza che sia previsto per loro alcun rimborso. Io stesso fui testimone dei disagi che ciò puo’ provocare, un paio di anni fa una mia collega di lavoro giunse in ufficio zuppa d’acqua perchè, benchè avesse un regolare abbonamento, fu costretta a parcheggiare l’autovettura in Via Cavottole perchè in Piazza delle Repubblica erano posizionate le giostre, da lì dovette raggiungere a piedi parco corsicato (luogo di lavoro) sotto un vero diluvio, inevitabile conseguenza fu una bella settimana a letto influenzata! Ovviamente la “questione” giostre andrebbe inserita in un generale ripensamento dell’intera festa patronale che prevederebbe l’eliminazione o lo spostamento delle bancarelle ed il ripristino della processione patronale… ma di questo ne parleremo in un’altra occasione.

Giancarlo d'Esposito (41anni), consigliere incaricato al turismo, spettacolo e cultura

Giancarlo d’Esposito, consigliere incaricato al turismo, spettacolo e cultura: So benissimo che le eccezioni sollevate in merito allo stazionamento delle giostre durante il periodo dei festeggiamenti patronali sono tutte motivate a cominciare dall’esborso economico delle famiglie per arrivare ad un presunto aumento dei furti però ormai sono 40 anni che le giostre arrivano a Piano e quindi anche questa è una piccola tradizione, i nostri bambini le aspettano un anno intero e alla fine pur senza esagerare ce li portiamo volentieri, trasmettono il senso di festa e, se non ci fossero, i bambini sarebbero esclusi e sono convinto che anche i genitori tornano piccoli accompagnando i loro figli sull’autoscontro o sui seggiolini divertendosi come tanti anni prima.

Università: scegli la passione o i soldi?

Articolo di: Francesco Bevacqua, Iole Filosa, Jacopo Maresca

Con il mese di settembre tornano a pieno regime i ritmi scolastici, universitari e lavorativi e con essi riaffiorano le problematiche di sempre: il precariato, affrontato con l’intervista all’insegnante Clementina Casola, e la difficoltà nello scegliere e portare a termine un percorso di studi. C’è chi nonostante tutto però riesce a cavarsela alla grande e ad ottenere risultati inaspettati. È il caso di Anna Sallustro, che festeggia la discussione di laurea alla soglia delle 55 candeline.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

Cause da Chiesa

Articolo di: Manuela Abbate

Uno sposo firma il certificato di matrimonio

Al via una nuova rubrica incentrata sul Diritto canonico e in particolare sul Diritto matrimoniale canonico, ridotto troppo spesso al solo concetto dell‘annullamento alla Sacra Rota. Un’avvocato, diplomata in diritto canonico e studentessa dello Studium Rotae traccerà un filo conduttore tra gli argomento di questi “illustre sconosciuto”, darà chiarezza e risponderà alle domande fatte in materia dai nostri lettori. Nel frattempo il primo articolo corregge le inesattezze del parlar comune.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

Gara di beneficenza d’entità inaspettata

Articolo di: Rosita d’Esposito Lauro

Cena di beneficenza

Si è svolta il 27 luglio 2010 la cena di beneficenza organizzata dall’associazione di volontariato “S.Vincenzo” a Villa Cafiero, grazie alla disponibilità della signora Giulia Cacace. Con il prezioso aiuto di cuochi professionisti, l’appoggio dei sacerdoti di Mortora e Trinità e del presidente dell’UNUCI (Unione nazionale ufficiali in congedo in Italia) Angelo Lauro e, ovviamente, delle tante persone presenti è stato possibile raccogliere fondi oltre ogni aspettativa.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

“Frammenti di luce” in concerto

Articolo di: Cecilia Santovito

Suor Cristina Alfano, francescana alcantarina

Sabato 11 settembre 2010 la basilica di San Michele Arcangelo ha ospitato il concerto meditato “Il tuo volto, fonte di speranza“ organizzato da “Frammenti di luce”, gruppo formato da suor Cristina Alfano (francescana alcantarina) e don Maurizio Lieggi insieme ad un coro per lo più di appassionati non professionisti. Un concerto “diverso” che ha unito vari generi musicali e varie forme d’arte dal teatro alla danza, dal canto alle immagini proiettate.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

Corso vocazionale ad Assisi

Articolo di: Christian Cicirelli

I giovani partecipanti al corso vocazionale (da sinistra) Fabio De Angelis, Marianna Russo, Laura Morvillo, Christian Cicirelli e Natale Russo

Sei giovani si mettono in viaggio il giorno di ferragosto alla volta di Assisi. La destinazione è un corso vocazionale alla scuola dei frati, con ritmi di vita che riconducano all’essenzialità della vita. Tornano cambiati, con la tensione alla semplicità e alla conoscenza dell’Amore di Dio, con tanta voglia di condividere quest’esperienza e invitare tanti altri a viverla.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.

Estate Ac a San Michele: vincono Jambo e Tiger

Articoli di: Marino Russo e Pasquale Santovito

Logo Acg della comunità di San Michele

Le Olimpiadi (questo il tema) dell’estate Acr sono giunte a conclusione e hanno visto trionfare gli Jambo, gruppo che oltre ai Matrix e i Fuego hanno concluso il loro iter di accierrini. L’Acg vede invece i Tiger trionfare per la terza volta mentre ricordi e immagini degli anni trascorso al centro parrocchiale “A.Zama” e ai campi scuola (schema riassuntivo sul giornale) scorrono veloci.

Tutti i dettagli nell’edizione del 26 settembre 2010. Per richiedere questa edizione (numero 39) contatta la redazione.