Presentato il “Codice morale per il territorio” della penisola sorrentina

Sala Consiliare del Comune di Sorrento

Un modello di sviluppo e di marketing territoriale da esportare in altre comunità, non solo campane, per stimolare una sana competizione delle produzioni agroalimentari in termini di qualità.

E’ il giudizio espresso stamane dal presidente della Commissione Agricoltura della Camera, Paolo Russo, e dall’assessore regionale all’Agricoltura, Vito Amendolara, ospiti d’onore alla cerimonia di sottoscrizione del protocollo d’intesa per il “Codice morale per lo sviluppo dell’economia e della cultura della penisola sorrentina nel rispetto rispetto dell’ambiente e della vivibilità dei cittadini e degli ospiti”.
Uno strumento, promosso dall’assessorato all’Agricoltura del Comune di Sorrento, che a partire da oggi viene ufficialmente adottato da tutte le amministrazioni municipali della costiera sorrentina. Presenti all’evento, il sindaco Sorrento, Giuseppe Cuomo, il vice sindaco con delega all’Agricoltura, Giuseppe Stinga, i primi cittadini di Massa Lubrense, Leone Gargiulo, Sant’Agnello, Gian Michele Orlando, Piano di Sorrento, Giovanni Ruggiero, Vico Equense, Gennaro Cinque e il vice sindaco di Meta, Raffaele Russo. In sala, anche numerosi rappresentanti delle associazioni di categoria, dei consumatori e dei produttori del comparto agroalimentare.
“L’augurio è che l’istituzione di questo tavolo intercomunale per il Codice sia solo l’inizio di politiche comuni per l’intero territorio della penisola sorrentina – ha spiegato il sindaco Cuomo – Lavorando in sinergia, senza personalismi e egoismi, sarà possibile raggiungere risultati positivi per l’economia dell’intera area”.
marchio

Stinga ha invece sottolineato come il Codice racchiuda un insieme di impegni che coinvolgeranno le amministrazioni pubbliche ma anche i privati con l’obiettivo di definire nuovi stili di vita e un modello di sviluppo sostenibile. “Un’opportunità per tutto il territorio – ha dichiarato –  costituendo uno strumento di sostegno all’agricoltura e con essa del turismo, settore trainante della nostra economia”. 

Per Paolo Russo, il documento è “non solo una guida per le pubbliche amministrazioni aderenti, per le organizzazioni dei produttori e per le aziende agricole, ma soprattutto una grande opportunità di tipo commerciale”. 
“I prodotti di questa terra – ha aggiunto il presidente della Commissione Agricoltura della Camera – avranno un brand che attesti il valore etico del lavoro degli agricoltori e la qualità dei prodotti proposti”.
Amendolara ha infine posto l’accento sulle ricadute che il Codice potrà avere sul comparto enogastronomico, uno dei grandi attrattori dell’area.
“Il Codice è la prova di quanto impegno e senso di responsabilità portino a risultati straordinariamente importanti – ha detto l’assessore campano all’Agricoltura – Il lavoro profuso dai sindaci della penisola sorrentina  deve essere di esempio per altre amministrazioni pubbliche. E’ un esempio virtuoso che risponde alle attese dei cittadini, che crea coesione sociale e che conduce ad uno sviluppo eco-sostenibile”. 
Prodotti tipici

Nel corso della mattinata è stato anche presentato il marchio, ideato realizzato dal noto designer Filippo Leonelli, che sarà utilizzato in tutte le azioni e le iniziative collegate al Codice e per identificare i prodotti di qualità del territorio realizzati nel rispetto delle linee enunciate nel documento. Il brand potrà essere utilizzato da enti pubblici, consorzi, associazioni di categoria e privati, che avranno sottoscritto il codice.

Annunciate, infine, anche le prime iniziative comprese nel Codice che saranno realizzate già a partire dalle prossime settimanale. 
“La prima è l’istituzione di mercatini agricoli a chilometri zero, da allestire alternando settimanalmente le sedi comunali – ha illustrato il vice sindaco di Sorrento, Stinga – La seconda è la predisposizione di un calendario unico di manifestazioni aventi ad oggetto la presentazione, la vendita e la degustazione di prodotti dell’enogastronomia territoriale. Infine, lo svolgimento di workshop nelle scuole, per alunni e genitori, sulla conoscenza di prodotti tipici locali, con visite didattiche nelle aziende agricole”.
Ad accogliere il pubblico giunto nella sala consiliare del Comune di Sorrento, per la cerimonia, una tavolo imbandito con le eccellenze agroalimentari del territorio: frutta, verdura e ortaggi, limoni di Sorrento igp, provolone del monaco dop, olio extravergine penisola sorrentina dop, pomodoro “cuore di bue”, limoncello. In vetrina anche alcune opere d’arte in argilla realizzate dal maestro Federico Iaccarino.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...