Forza Raffaele!

Scoprire che un amico è in pericolo e restare in attesa di qualche buona notizia è snervante, qualcosa di terribile. E’ quello che molti dei conoscenti di Raffaele, giovane animatore di Piano di Sorrento, hanno provato ieri sera aspettando i risvolti della brutta disavventura di cui è stato protagonista.

Raffaele De Gennaro, 24 anni, Animatore Acr della Parrocchia di San Michele Arcangelo

Immaginate ora di venire a conoscenza di una tale peripezia dalla rete; la vicenda è stata descritta con dovizia di particolari non più di mezz’ora dopo l’accaduto; la dinamica raccontata nei minimi dettagli, quando l’unico che può svelare, se vuole, quando vuole e a chi vuole, cosa è realmente successo può essere solo colui che ha vissuto questa spiacevole situazione. Nessuno ha pensato che forse a leggere quel testo sarebbe potuto trovarsi un parente, magari un genitore, ancora all’oscuro della situazione. E invece anche loro sono dovuti sottostare alla legge del click, alla regola del primo che arriva, come si trattasse di una gara, senza alcun rispetto per lo stato d’animo di chi vuole bene. Addirittura erano ancora in corso le operazioni di soccorso mentre in rete circolava la notizia che Raffaele stava bene ed era già stato portato via. Una volta saziata la fame di curiosità, di foto e video, tutto è finito, mentre all’ospedale genitori ed amici aspettavano fino a tarda notte l’esito, fortunatamente positivo, di un delicato intervento chirurgico.

Noi redattori de Il Centro, dopo aver seguito la vicenda con apprensione, in maniera rispettosa ed in attesa di notizie certe e positive, desideriamo solo stringerci attorno alla famiglia ed ai parenti di Raffaele, aspettando che superi felicemente, con la solita allegria e la solita forza, questo piccolo ostacolo.