Legalità e Giustizia nella Penisola Sorrentina

Venerdì 28 ottobre alle ore 16.00 presso la Sala Consiliare del Palazzo Municipale di Sorrento si svolgerà il convegno “Stato della Legalità e della Giustizia nella Penisola Sorrentina” organizzato dal Lions Club Penisola Sorrentina.

L’evento è occasione per fornire uno spaccato del ruolo delle Istituzioni, della Magistratura, dell’Avvocatura e della Società Civile insieme a tutti i Sindaci della Penisola Sorrentina e agli operatori del diritto. Presenti al convegno infatti il Presidente del Lions Club Penisola Sorrentina, l’avvocato Raffaele Avolio, il Presidente del Tribunale di Napoli Carlo Alemi, il Presidente della Corte d’appello di Napoli Antonio Buonajuto, il Presidente del Tribunale di Nola Giovanni Fragola Rabuano e il Presidente del Tribunale di Torre Annunziata Vincenzo Maria Albano. Interverranno il Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze Onorevole Bruno Cesario, i Sindaci Giuseppe Cuomo, Gian Michele Orlando, Giovanni Ruggiero, Leone Gargiulo e Paolo Trapani, i Presidenti degli Ordini degli Avvocati di Napoli, Francesco Caia, di Torre Annunziata, Gennaro Torrese, e di Nola, Maria Masi. A rappresentare il territorio peninsulare il Giudice di Pace di Sorrento Luigi Cioffi, il Presidente dell’Associazione Avvocati Penisola Sorrentina Francesco Saverio Esposito e il Dott. Andrea Minieri, socio dell’Associazione Alba Onlus. Modererà l’incontro l’avvocato Luigi Postiglione.

Ciao Marco

Articolo di: Antonella Coppola

Un giorno disse “Si vive di più andando 5 minuti al massimo su una moto come questa, di quanto non faccia certa gente in una vita intera.” Lui era Marco Simoncelli, pilota Honda Gresini nella classe Motogp. Domenica 23 ottobre ha iniziato l’ultima gara della sua carriera, che non gli avrebbe dato nessuna possibilità di vincere il mondiale, già assegnata a Stoner, ma che lo avrebbe fatto divertire ancora, perché lui correva per questo. Scende in pista con il suo solito sorriso irriverente, con la sua massa di capelli che tanto ricorda un Rossi ai primi tempi, parte, da gas, entra in curva e scivola, le gomme fredde, l’elettronica, il destino crudele ed è un attimo. Colin Edwards non può evitarlo, Valentino riesce a mala pena a reggersi in piedi. Il casco del numero 58 libera i boccoli rotolando via. Invani i tentativi di rianimarlo, Super Sic smette di vivere sulla pista di Sepang dove nel 2008 aveva vinto il titolo di campione del mondo nella classe 250. Come Kato e Tomizawa, come tanti non famosi è volato via. Chissà come’è il grip sulle nuvole.