PIRATA DELLA STRADA A SORRENTO. PROVOCA UN TAMPONAMENTO E SCAPPA VIA

Sorrento. Sono in aumento in Penisola Sorrentina i pirati della strada come dimostra l’ultimo episodio avvenuto tra le ore 22.30 e 22.45 di martedì 27 dicembre all’altezza dell’incrocio tra Corso Italia e Vico Terzo Rota a pochi passi dalla polizia municipale, dalla polizia stradale e dalla sezione distaccata della Polizia di Stato di Sorrento. Un’autovettura che accenava ad uscire da Vico Terzo Rota ha innescato un incidente tra un’altra autovettura che ha inchiodato bruscamente i freni all’asfalto e un ciclomotore che non ha potuto evitare il tamponamento. Violento lo scontro tra il conducente del ciclomotore che ha impattato sul cofano dell’autovettura cadendo a terra, riportando diverse contusioni per tutto il corpo e danni al ciclomotore. Nonostante questo e il casco volato in avanti per diversi metri, il conducente dell’automobile ha pensato bene di accelerare schiodandosi velocemente dal punto in cui era avvenuto l’incidente senza minimamente accertarsi delle condizioni della conducente del ciclomotore che giaceva a terra. Per il caos generale e nell’intento di soccorrere la ragazza, sono stati vani i tentativi di rintracciare il numero di targa del pirata della strada che ha preso velocità svoltando verso Viale Degli Aranci, ma la presenza delle telecamere in quel punto fa ben sperare sul riconoscimento dell’auto pirata. In corso la denunzia per omissione di soccorso: «era una macchina color chiaro, probabilmente grigio metalizzato – affermano dei testimoni che hanno assistito all’impatto – il suo è stato davvero un gesto disumano».

Annunci

OCCORRE ESSERE TEMERARI PER DICHIARARSI CRISTIANI

Per la prima volta dopo quasi cinque anni di costanti pubblicazioni mensili, il Centro edita proprio la notte della Vigilia di Natale, in un tempo di attesa e incertezza in cui l’animo è generalmente cauto e prudente. In questo tempo “Il Centro” non ha paura di gridare “É nato“.

É questo l’atto di fede dell’unica rivista socio-religiosa della Penisola Sorrentina che ha creduto e crede tuttora fortemente nell’informazione che definirei “alternativa”, cioè nell’informazione non solo corretta da un punto di vista deontologico – il che è raro a trovarsi ultimamente – ma soprattutto in un’informazione che prediliga e “metta al centro” coloro che parlano di iniziative sociali, di solidarietà cristiane, di arte e cultura locale al posto della notizia che “tira” ma non piace o della polemica bagatellare, che allontana l’uomo dal giornalismo e dalla politica. E noi questo “credo”, che ha costituito il razionale della nostra nascita, non intendiamo barattarlo con le strategie di mercato, ma valorizzarlo e annunciarlo finchè avremo altrettanti lettori che sostengono e apprezzano la nostra “scelta di campo”.

Cosa c’entra tutto questo col Natale? Festeggiare il Natale è una scelta e un privilegio: non tutto il mondo oggi si ferma a pensare alla nascita di Gesù, non tutto il mondo è cristiano. In un tempo relativamente breve rispetto alla storia della Chiesa e del cristianesimo, siamo passati dal pregiudizio verso chi non era cristiano al pregiudizio verso chi si professa tale, fino ad arrivare alla tragedia delle persecuzioni. “Sono ancora tanti i Paesi dove «occorre divenire temerari per dichiararsi cristiani». In Turchia ad esempio, confidano molti cristiani, «conviene farsi dimenticare» per non essere perseguitati. Mentre nella Corea del Nord la persecuzione anticristiana arriva al fatto che «circolano per le strade dei poliziotti in borghese. Se si accorgono di un individuo che chiude gli occhi, sembra parlare a se stesso o meditare, si tratta per loro necessariamente di un cristiano che prega. Procedono allora all’arresto immediato senza fornire la minima spiegazione»”.

Tutto questo deve farci riflettere sull’importanza che diamo oggi al Natale e all’informazione cristiana e su quella che, invece, le daremmo un domani se iniziasse a diventare, anche per noi, un diritto negato.

Buon Natale di cuore da parte di tutta la redazione de “Il Centro”

Costanza Martina Vitale

AMBIENTIAMOCI. UN SUCCESSO IN VERDE

Sorrento.Si è concluso con successo il progetto “Conoscere e imparare a riutilizzare il materiale riciclabile” finanziato dalla Comunità europea tramite l’Agenzia Nazionale dei Giovani nell’ambito del programma Gioventù in azione. Il

Il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero

progetto, patrocinato dai Comuni di Sorrento e di Piano di Sorrento che ha visto la collaborazione di Alba Onlus, Penisolaverde e Fareverde Penisola Sorrentina, ha coinvolto quasi 200 ragazzi dai 9 ai 17 anni che negli ultimi mesi hanno discusso sul tema della raccolta differenziata e creato opere d’arredo urbano utilizzando il materiale riciclabile. Borse di plastica ricamate all’uncinetto, presepi di tappi e cartoni, quadri con disegni stilizzati in rame e altri rifiuti RAEE e molte altre creazioni sono state esposte venerdì 20 dicembre presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento stracolma di persone e alla presenza della stampa e di altre autorità della Penisola Sorrentina a cui sono stati presentati i risultati del progetto, le fasi, il coinvolgimento e gli intenti di oltre sette mesi di lavoro del gruppo di giovani promotori. «Abbiamo partorito questa iniziativa quando la Campania versava in seria emergenza rifiuti – ha affermato la responsabile del progetto Costanza Martina Vitale – e abbiamo deciso di coinvolgere quanti più giovani possibile per impattare al meglio sull’educazione ambientale delle nuove generazioni attraverso un percorso che includesse prima la riflessione poi la pratica. Gli aderenti al progetto – continua Vitale – hanno imparato a conoscere e a riconoscere il materiale riciclabile lavorando con esso all’insegna del riutilizzo».

All’evento conclusivo dal titolo significativo “Ambientiamoci” sono inoltre

Assessore al Bilancio Michele Bernardo

intervenuti il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, gli Assessori al Bilancio e all’Istruzione del Comune di Sorrento, il direttore di Penisolaverde Luigi Cuomo e il Presidente del Movimento Decrescita Felice Alessandro Lauro. La manifestazione si è chiusa con la consegna degli attestati agli aderenti al progetto e alla premiazione delle opere più originali con premi offerti da Equoqua e Ulysse S.p.A. per promuovere il benessere fisico e il commercio equo e solidale.

AMBIENTIAMOCI

Sorrento. Martedì 20 dicembre alle ore 10.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento il Comitato Giovani Radici terrà la manifestazione pubblica “Ambientiamoci” in occasione della quale verranno presentati i risultati del progetto “Conoscere e imparare a riutilizzare il materiale riciclabile” finanziato dalla Commissione europea tramite l’Agenzia Nazionale dei Giovani nell’ambito del progetto Gioventù in azione e patrocinato dai Comuni di Piano di Sorrento e di Sorrento. La manifestazione, a cui parteciperanno anche Penisolaverde, Alba Onlus, Fareverde Penisola Sorrentina e Decrescita Felice, sarà occasione per esporre alcune delle opere realizzate in materiale riciclato dagli aderenti al progetto e per premiare i lavori più creativi grazie alla collaborazione di Equoqua e di Ulysse che offriranno ai vincitori dei buoni omaggio per la palestra e dei cestini contenenti prodotti derivanti dal commercio equo e solidale. «Lo scopo del progetto è stato – afferma la responsabile – quello di far capire ai ragazzi il valore di quelli che noi chiamiamo rifiuti attraverso il riutilizzo di questi materiali in modo semplice e divertente».