Esercizi spirituali a Pacognano sulle orme di Don Bosco

“Vivere la memoria come esercizio di spiritualità”: è questo il tema degli esercizi spirituali che si svolgeranno dal 7 al 9 settembre a Pacognano di Vico Equense, organizzati, come ogni anno, dall’Associazione Salesiani Cooperatori della Campania e Basilicata, alla quale aderiscono i laici che si riconoscono nel carisma di Don Bosco. Gli esercizi, animati da don Guido Errico, sono aperti alla cittadinanza.

Notizia a cura di: Agostino La Rana

PROGRAMMA

Venerdi 07 Settembre 2012 “Don Bosco: Memorie e memoria ”

16.00 Arrivi/Accoglienza/Sistemazione nelle stanze /registrazione dei partecipanti Continua a leggere

Scuola calcio gratuita per minori svantaggiati. Aperte le domande di ammissione

Foto tratta dal web

Vico Equense – Far partecipare in modo gratuito, i ragazzi residenti nel Comune, che sono nati dall’anno 2000 fino al 2006, alla scuola calcio. Questo il proposito dell’assessorato alle politiche sociali e quello allo sport, in collaborazione con la “Società Sportiva Vico Equense Calcio 1958”, nell’ambito delle attività sociali a sostegno della condizione giovanile. «Il progetto – spiega il Sindaco Gennaro Cinque – è rivolto ad un gruppo di venti ragazzi, il cui nucleo familiare di appartenenza si trovi in una condizione di disagio sociale. Ai minori sarà consentito di praticare attività sportiva gratuita, con copertura assicurativa, partecipando ai corsi sportivi della Scuola Calcio Vico Equense. Inoltre la stessa Società mette a disposizione, sempre per soggetti in condizione di disagio economico, venti abbonamenti gratuiti per gli incontri che si svolgeranno sul campo di Massaquano e che la squadra del Vico Equense disputerà nel campionato di Eccellenza per la stagione sportiva 2012/2013». Le domande dovranno pervenire entro il 7 settembre 2012, presso l’Ufficio Politiche Sociali, complete dell’attestato ISEE (reddito anno 2011). «A tal proposito – conclude il Primo cittadino – sarà elaborata una graduatoria di merito, sia per la partecipazione alla scuola calcio che per gli abbonamenti».

Fonte: e-comunica srl

REGOLAMENTO quiz a premi “Teoria e Pratica”

1) Iscrizione e partecipazione

Il gioco è completamente gratuito e aperto a tutti: per partecipare basta inviare una e-mail a teoriapratica@libero.itscrivendo le soluzioni  usando come formula il numero di domanda e a fianco la lettera prescelta (esempio: 1 A; 2 A; 3 A..ecc), in un allegato formato pdf oppure nel testo della e-mail o in un allegato word.

L’oggetto della e-mail dovrà essere “QUIZ TEORIA E PRATICA”.

Nel corpo della e-mail, o in un allegato, inserire obbligatoriamente, pena l’esclusione dalla partecipazione al test, le seguenti generalità: nome, cognome, data di nascita, numero di telefono (fisso o cellulare) e il link del proprio contatto facebook (facoltativo).

La ricezione della e-mail verrà confermata da un messaggio di risposta. In caso di mancata e-mail di conferma, re-inviare la mail di partecipazione.

Tutto deve pervenire alla giuria entro e non oltre la giornata di lunedì 10 settembre 2012.

2) Attribuzione dei punti e premi

Accanto ad ogni domanda è stato indicato il relativo punteggio e i punti sottratti in caso di risposta errata.

Tutte le risposte lasciate in bianco non comportano punteggi negativi (punteggio nullo). Continua a leggere

Il dogma dell’Assunzione di Maria al cielo: il VIDEO

Papa Pio XII proclama il dogma dell’Assunzione di Maria al cielo – Foto tratta dal web

L’Assunzione di Maria al cielo in anima e corpo rappresenta l’ultimo dogma proclamato dalla Chiesa cattolica di Roma ed è accompagnato dalla devozione tenera e filiale di milioni di fedeli. La figura di Maria, Madre del mondo, viene infatti intimamente considerata come rifugio di ogni uomo, mediatrice per i peccatori e sguardo di misericordia per i puri di cuore.

Ma quando nasce la festa religiosa dell’Assunzione? Nasce il 1° novembre del 1950, in seno alle celebrazioni per l’anno santo, quando Papa Pio XII, sfruttando il carisma dell’infallibilità papale, rende pubblico il documento “Munificentissimus Deus“. In esso la proclamazione del dogma secondo il quale «l’immacolata Madre di Dio sempre vergine Maria, terminato il corso della vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo». Continua a leggere

La Dormitio Mariae a Sorrento con l’Arciconfraternita di Santa Monica

A Sorrento la festività della Dormitio Mariae è particolarmente sentita e si festeggia, come da calendario della Chiesa cattolica, il 14 agosto. L’Arciconfraternita di Santa Monica commemora il Trapasso della Vergine Maria con una processione che parte alle ore 20,00 dalla chiesa della SS.Annunziata e prosegue per le seguenti strade: Vico III Fuoro, Via S. Nicola, Via dell’Accademia, Via Tasso, Piazza della Vittoria e Via Marina Grande fino ad arrivare alla chiesa di S. Anna dove viene celebrata la S. Messa.

Al termine della celebrazione eucaristica la “Peregrinatio Mariae” fa rientro nella chiesa della SS. Annunziata attraversando Via Marina Grande, Via S. Nicola e Vico III Fuoro.

Mercoledì 15 agosto, invece, sarà celebrata la solennità dell’Assunzione di Maria al cielo con la S. Messa delle ore 09.45

Con la festività della Dormitio Mariae si intende celebrare il momento del trapasso di Maria da questa vita all’Aldilà. Non è un caso che si sia scelto il termine “dormitio” in quanto uno dei dogmi della Chiesa cattolica suggerisce che la Madonna sia stata assunta in cielo in anima e corpo e che quindi non sia realmente morta ma si sia abbandonata solamente ad un sonno profondo che ha preceduto l’Assunzione.

Secondo la tradizione, la dormizione ha avuto luogo a Gerusalemme, non molti anni dopo la morte e resurrezione di Gesù. Il suo corpo, al quale gli apostoli avevano dato degna sepoltura, non venne trovato nel sepolcro, così come avvenne per suo Figlio Gesù. Questo particolare avvenimento trova ragion d’essere nella convinzione che Maria sia stata preservata per volere divino dal peccato originale, affrontando il concepimento e il parto nella verginità. Considerando che la morte è frutto del peccato originale, ne consegue, secondo alcune linee teologiche, che la Madonna non avrebbe potuto sottostare alle conseguenze di una “macchia” che non le appartiene. D’altra parte c’è lo stretto legame con il Cristo suo Figlio che ha redento il mondo con la sua morte. E, dato che la Madonna è la prima anima redenta con la Resurrezione, Maria ha seguito lo stesso destino di Gesù anche nella preservazione del corpo.

Mortora – Processione per l’Assunzione di Maria al cielo e programma dei festeggiamenti

La solennità dell’Assunzione di Maria al cielo, festeggiata il 15 agosto, è da sempre un appuntamento particolarmente sentito per la parrocchia di Santa Maria di Galatea (Mortora – Piano di Sorrento). In questa occasione la comunità vive più intensamente il calendario liturgico, accompagna la festività religiose con una processione avente come protagonista la statua della Vergine e organizza momenti di fraternità. Con questo spirito il programma che va da domenica 12 agosto a ferragosto è il seguente:

Domenica 12 agosto: celebrazioni eucaristiche alle ore 07,30 – 09,30 (messa del marittimo) – 11,00 – 19,00

Lunedì 13 agosto e martedì 14 agosto: ore 07,15 lodi e celebrazione eucaristica – ore 19,30 preghiera del Rosario – ore 20,00 celebrazione del Vespro e benedizione eucaristica

Mercoledì 15 agosto: ore 07,30 – 09,30 – 11,00 celebrazioni eucaristiche – ore 19,00 celebrazione eucaristica nella piazzetta a San Liborio e processione che percorrerà via San Liborio, via Mortora San Liborio, attraversamento di via Meta-Amalfi, via Mortora San Liborio, piazzetta San Liborio, via San Liborio, via Mortora San Liborio, vico Mortora fino ad arrivare alla chiesa parrocchiale per la benedizione eucaristica

(Avviso importante: le persone che desiderano sostenere la stuatua in processione possono lasciare il proprio nome in Congrega o al sig. Mario Russo)

Lunedì 13 agosto, martedì 14 agosto e mercoledì 15 agosto nel campetto della comunità parrocchiale saranno organizzate serate di musica e ballo e ci sarà anguria per tutti.

Il Vangelo della Domenica: «Non mormorate tra voi»

Oggi 12 agosto è la XIX domenica del tempo ordinario (Anno B)

Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 6, 41-51)

In quel tempo, i Giudei si misero a mormorare contro Gesù perché aveva detto: «Io sono il pane disceso dal cielo». E dicevano: «Costui non è forse Gesù, il figlio di Giuseppe? Di lui non conosciamo il padre e la madre? Come dunque può dire: “Sono disceso dal cielo”?».
Gesù rispose loro: «Non mormorate tra voi. Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Sta scritto nei profeti: “E tutti saranno istruiti da Dio”. Chiunque ha ascoltato il Padre e ha imparato da lui, viene a me. Non perché qualcuno abbia visto il Padre; solo colui che viene da Dio ha visto il Padre. In verità, in verità io vi dico: chi crede ha la vita eterna.
Io sono il pane della vita. I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti; questo è il pane che discende dal cielo, perché chi ne mangia non muoia.
Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo».

Festa della Madonna della Lobra: programma dei festeggiamenti liturgici ed esterni

Santuario Maria SS. della Lobra. Foto tratta dal web

Dal 6 agosto, giorno in cui ha avuto luogo l’esposizione del Gonfalone sul piazzale del santuario, la comunità massese sta partecipando al novenario che precede la Festa della Madonna della Lobra e continuerà a farlo fino al 16 quando ne sarà celebrata la chiusura. Più nel dettaglio ecco di seguito il programma dei festeggiamenti liturgici, animati dal coro del santuario, ed esterni, con fuochi pirotecnici e luminarie artistiche. Sul piazzale antistante al santuario l’OFS (Ordine Francescano Secolare) della Marina della Lobra darà la possibilità di partecipare ad una pesca di beneficenza. Continua a leggere

Marcello D’Orta di “Io speriamo che me la cavo” e don Luigi Merola insieme contro la camorra

La copertina

Quando l’anno scorso l’abbiamo incontrato per un’intervista era appena uscito il suo libro “Il cancro sociale: la camorra – La storia di un prete che non ha mollato” (Alfredo Guida editore) e subito si era presentato come una persona, anzi un uomo di fede, dalla forte tempra e le idee chiare. Don Luigi Merola torna oggi in Penisola sorrentina, a Vico Equense stavolta, in seno alla rassegna “Libri sotto le stelle”, per presentare la sua nuova opera che prende il nome della fondazione onlus di cui si occupa, “‘A voce d’ ’e creature – La camorra nei temi dei bambini di Napoli” (edizioni Mondadori). L’incontro con “il prete anti-camorra” come viene soprannominato da quando, stanco di omertà e morti, portò al questore di Napoli i video delle telecamere sparse dalla città dai clan per controllare lo spaccio di droga, è previsto per venerdì 10 agosto alle ore 21.00 sulla terrazza delle Axidie di Marina d’Equa. Continua a leggere