Da Angelo Vassallo alle nuove frontiere della criminalità organizzata: «Dio ha detto una volta: non uccidere»

Copertina – Edizione di settembre 2011

Esattamente un anno fa nell’edizione di settembre 2011 ricordavamo (vedi immagine in basso) il primo anniversario dalla morte di Angelo Vassallo, Sindaco di Pollica, ucciso cruentemente in quello che si configurerà ben presto come un agguato di stampo camorristico. Il tributo al Sindaco pescatore – così lo chiama la sua gente – si inseriva in un’edizione dedicata proprio alla violenza meschina della criminalità organizzata. In copertina un titolo: “La Chiesa contro la camorra“. E all’interno l’intervista a don Luigi Merola, “il prete anti-camorra” che da quando ha deciso di dar voce all’omertà dilagante è costretto a vivere sotto scorta (quest’estate don Luigi Merola ha presentato a Vico Equense il suo nuovo libro, per saperne di più clicca QUI) e la storia di don Aniello Manganiello, il prete “pane e verbo” che a Sorrento, con la sua particolare verve, ribadì la necessità di fatti concreti e di condivisione in realtà come Scampia. Esempi di una Chiesa che esce dalle chiese, che si incarna nel prossimo e che combatte il male rimboccandosi per prima le maniche ma che risponde, inconsapevolmente, anche ai pregiudizi e agli episodi di mala-evangelizzazione di cui si è spettatori negli ultimi tempi. Ma non solo.
Continua a leggere

Annunci

Marcello D’Orta di “Io speriamo che me la cavo” e don Luigi Merola insieme contro la camorra

La copertina

Quando l’anno scorso l’abbiamo incontrato per un’intervista era appena uscito il suo libro “Il cancro sociale: la camorra – La storia di un prete che non ha mollato” (Alfredo Guida editore) e subito si era presentato come una persona, anzi un uomo di fede, dalla forte tempra e le idee chiare. Don Luigi Merola torna oggi in Penisola sorrentina, a Vico Equense stavolta, in seno alla rassegna “Libri sotto le stelle”, per presentare la sua nuova opera che prende il nome della fondazione onlus di cui si occupa, “‘A voce d’ ’e creature – La camorra nei temi dei bambini di Napoli” (edizioni Mondadori). L’incontro con “il prete anti-camorra” come viene soprannominato da quando, stanco di omertà e morti, portò al questore di Napoli i video delle telecamere sparse dalla città dai clan per controllare lo spaccio di droga, è previsto per venerdì 10 agosto alle ore 21.00 sulla terrazza delle Axidie di Marina d’Equa. Continua a leggere