Marcello D’Orta di “Io speriamo che me la cavo” e don Luigi Merola insieme contro la camorra

La copertina

Quando l’anno scorso l’abbiamo incontrato per un’intervista era appena uscito il suo libro “Il cancro sociale: la camorra – La storia di un prete che non ha mollato” (Alfredo Guida editore) e subito si era presentato come una persona, anzi un uomo di fede, dalla forte tempra e le idee chiare. Don Luigi Merola torna oggi in Penisola sorrentina, a Vico Equense stavolta, in seno alla rassegna “Libri sotto le stelle”, per presentare la sua nuova opera che prende il nome della fondazione onlus di cui si occupa, “‘A voce d’ ’e creature – La camorra nei temi dei bambini di Napoli” (edizioni Mondadori). L’incontro con “il prete anti-camorra” come viene soprannominato da quando, stanco di omertà e morti, portò al questore di Napoli i video delle telecamere sparse dalla città dai clan per controllare lo spaccio di droga, è previsto per venerdì 10 agosto alle ore 21.00 sulla terrazza delle Axidie di Marina d’Equa. Continua a leggere

“Scetammece”: l’imperativo collettivo di Piano di Sorrento contro le tossicodipendenze

Verace l’imperativo collettivo dal sapore tutto partenopeo che dà il nome all’incontro-dibattito sulle tossicodipendenze organizzato dal Piano Sociale di Zona Ambito territoriale “Napoli Tredici”, il Comune, la Pro Loco e il Forum dei Giovani di Piano di Sorrento. “Scetammece” avrà luogo lunedì 16 luglio alle ore 20.30 in Piazza Cota e tutti i cittadini della Penisola sorrentina sono invitati non solo a partecipare ma a far fronte comune su una tematica complessa e vicina più di quanto si possa pensare alle giovanissime generazioni peninsulari.