2 agosto – “Festa del Perdono”: come ricevere l’indulgenza plenaria

Era il 2 agosto del 1216 e San Francesco nella piccola Porziuncola di Assisi pregava con semplicità e cuore contrito. Improvvisamente una luce accecante divampò davanti ai suoi occhi e apparve Gesù con la Madonna e gli Angeli (da qui il nome della basilica umbra che porta in grembo la Porziuncola). L’apparizione chiese a San Francesco quali fossero le sue richieste affinché le anime si salvassero e lui rispose: «Santissimo Padre, benché io sia misero e povero, ti prego di concedere ampio e generoso perdono». Questo incontro divino ha dato vita a quella che oggi, grazie alla concessione di Papa Onorio III, i cristiani del mondo chiamano “La Festa del Perdono di Assisi”  durante la quale a Santa Maria degli Angeli e in tutte le comunità francescane è possibile chiedere l’indulgenza plenaria per se stessi o per i propri cari defunti.

Si può chiedere l’indulgenza plenaria dalla mezzanotte del 1° agosto alla mezzanotte del 2 agosto seguendo le seguenti indicazioni:

– è necessario ricevere il Sacramento della Confessione negli otto giorni precedenti o negli otto successivi

– è necessario partecipare alla S. Messa e ricevere il Sacramento dell’Eucaristia

– è necessario recitare in modo comunitario il “Credo“, per affermare la propria identità di cristiani, visitando una chiesa parrocchiale o una chiesa francescana o la Porziuncola di Assisi

– è necessario recitare il “Padre nostro” per affermare la propria identità di figli di Dio

– è necessario recitare una preghiera secondo le intenzioni del Papa per affermare la propria appartenenza alla Chiesa

– è necessario recitare una preghiera per il Papa

Annunci