La Dormitio Mariae a Sorrento con l’Arciconfraternita di Santa Monica

A Sorrento la festività della Dormitio Mariae è particolarmente sentita e si festeggia, come da calendario della Chiesa cattolica, il 14 agosto. L’Arciconfraternita di Santa Monica commemora il Trapasso della Vergine Maria con una processione che parte alle ore 20,00 dalla chiesa della SS.Annunziata e prosegue per le seguenti strade: Vico III Fuoro, Via S. Nicola, Via dell’Accademia, Via Tasso, Piazza della Vittoria e Via Marina Grande fino ad arrivare alla chiesa di S. Anna dove viene celebrata la S. Messa.

Al termine della celebrazione eucaristica la “Peregrinatio Mariae” fa rientro nella chiesa della SS. Annunziata attraversando Via Marina Grande, Via S. Nicola e Vico III Fuoro.

Mercoledì 15 agosto, invece, sarà celebrata la solennità dell’Assunzione di Maria al cielo con la S. Messa delle ore 09.45

Con la festività della Dormitio Mariae si intende celebrare il momento del trapasso di Maria da questa vita all’Aldilà. Non è un caso che si sia scelto il termine “dormitio” in quanto uno dei dogmi della Chiesa cattolica suggerisce che la Madonna sia stata assunta in cielo in anima e corpo e che quindi non sia realmente morta ma si sia abbandonata solamente ad un sonno profondo che ha preceduto l’Assunzione.

Secondo la tradizione, la dormizione ha avuto luogo a Gerusalemme, non molti anni dopo la morte e resurrezione di Gesù. Il suo corpo, al quale gli apostoli avevano dato degna sepoltura, non venne trovato nel sepolcro, così come avvenne per suo Figlio Gesù. Questo particolare avvenimento trova ragion d’essere nella convinzione che Maria sia stata preservata per volere divino dal peccato originale, affrontando il concepimento e il parto nella verginità. Considerando che la morte è frutto del peccato originale, ne consegue, secondo alcune linee teologiche, che la Madonna non avrebbe potuto sottostare alle conseguenze di una “macchia” che non le appartiene. D’altra parte c’è lo stretto legame con il Cristo suo Figlio che ha redento il mondo con la sua morte. E, dato che la Madonna è la prima anima redenta con la Resurrezione, Maria ha seguito lo stesso destino di Gesù anche nella preservazione del corpo.

Festa della Madonna del Carmine a Sorrento e 132° anniversario per l’incoronazione dell’effige. Fino alle 24.00 di domani si può chiedere l’indulgenza plenaria

Domenica 15 luglio 2012 – Ricorre oggi il 132° anniversario dall’incoronazione dell’effige della Madonna del Carmine titolare dell’omonimo santuario sito in Sorrento. Alle ore 19.00, per consacrare il momento di festa, Mons. Francesco Alfano, Arcivescovo della Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia, presiederà la S. Messa che conclude l’itinerario spirituale dedicato alla Madre del Signore iniziato sabato 7 luglio. Similmente a quanto avvenuto durante tutto il novenario e a quanto accadrà anche domani, durante la celebrazione eucaristica saranno disponibili sacerdoti per il Sacramento della Confessione e dal mezzodì del 15 luglio fino alla mezzanotte del 16 i fedeli potranno inoltre invocare l’indulgenza plenaria osservando le condizioni stabilite dalla Chiesa: vivere il Sacramento della Confessione e ottenere il perdono; ricevere il Sacramento dell’Eucaristia; pregare secondo le intenzioni del Papa; compiere una delle opere buone contemplate per l’indulgenza plenaria (recita del Rosario, esercizi spirituali, adorazione eucaristica, ecc).

Domani 16 luglio, giorno della Commemorazione della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, alle ore 12.00 presso il Santuario verrà recitata la supplica alla Madonna del Carmine, mentre le S. Messe seguiranno il seguente calendario: ore 06,00 – 07,00 – 08,00 – 09,00 – 10,00 – 11,00 – 12,15 (dopo la supplica) – 19,00 – 20,30.

 

Per approfondire l’argomento delle incoronazioni delle effigi mariane segui la rubrica “Devozione mariana” curata dal Presidente dell’Associazione Studi Storici Sorrentini, l’avvocato Nino Cuomo. Nell’ultima edizione, sfogliabile online nel link seguente, la trovi a pag. 13: http://issuu.com/akmaios.edizioni/docs/il_centro_giugno_2012_-_60__edizione

 

“Seminare Cultura e Civiltà”, incontri a Sorrento su cultura, fede e politica Sorrento.

Seminare Cultura e Civiltà” in un mondo spesso distratto: la comunità ecclesiale della cattedrale di Sorrento (Na), nella consapevolezza che la sfida educativa è oggi di importanza fondamentale, promuove, nel periodo estivo, una serie di incontri sull’“educAzione” intitolati significativamente “Semi…Siamo”. A fare da sfondo a questi appuntamenti sono gli Orientamenti pastorali della Conferenza episcopale italiana per il decennio 2010-2020, “Educare alla vita buona del Vangelo”. Infatti, la storia bi-millenaria della Chiesa è “un intreccio fecondo di evangelizzazione e di educazione. Annunciare Cristo, vero Dio e vero uomo, significa portare a pienezza l’umanità”. Non c’è nulla, insomma, che “non abbia una significativa valenza educativa”.  Come spiega il parroco della cattedrale, don Carmine Giudici, “l’obiettivo di questi incontri è creare un’occasione di confronto e riflessione in un contesto, come quello sorrentino, spesso distratto”. C’è, però, anche un obiettivo a più lungo termine: “Creare – spiega don Giudici – anche con il coinvolgimento di altre parrocchie, un laboratorio di formazione socio-politica che veda impegnati responsabilmente giovani ed adulti laici delle nostre comunità ecclesiali che vogliano rispondere ad una chiamata all’impegno ed al servizio del territorio e della comunità”. Primo passo, questo, di una vera e propria scuola di formazione socio-politica, così come oggi chiedono i vescovi italiani. I primi appuntamenti si sono tenuti il 7 e l’8 giugno. Tema dell’incontro è stato “Il coraggio di educare oggi” dove è intervenuto Giuseppe Savagnone, scrittore ed editorialista di Avvenire. Il secondo incontro che si terrà il 12 luglio, intitolato “RelAzioni educative”, vedrà protagonisti Franco Miano, presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana ed il neo-arcivescovo di Sorrento-Castellammare, monsignor Francesco Alfano, che si confronteranno sul tema dell’educazione agli incontri (o relazioni) e all’incontro (con Cristo) nella comunità ecclesiale. Ancora il 27 luglio si parlerà di educazione al rispetto della dignità della vita in tempo di crisi, anche dei valori. All’appuntamento, “Ogni vita vale”, interverranno Lucio Romano, ginecologo e presidente nazionale di Scienza & Vita e padre Gonzalo Miranda, decano della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. A settembre, infine, un incontro sulle sfide della comunicazione, “Educare comunicando, comunicare educando”, al quale parteciperanno il direttore di Famiglia Cristiana, don Antonio Sciortino, e il direttore di Avvenire, Marco Tarquinio. Tutti gli incontri si terranno a partire dalle ore 20 nell’atrio della Cattedrale di Sorrento, in Corso Italia.

Vincenzo Vertolomo

Mese di Maggio 2012

Gli itinerari spirituali del Mese di Maggio cadenzano da sempre la quotidianità della Penisola sorrentina, dalle parrocchie che decidono di offrire le prime ore del mattino alla Madre di Gesù, alle comunità che approfittano del clima mite per vivere insieme giornate di convivenza. Di seguito gli appuntamenti per il mese mariano così come segnalati dai nostri lettori:

BASILICA DI SAN MICHELE ARCANGELO, Piano di Sorrento: dal lunedì al sabato, ore 06.00 recita del Rosario, ore 06.30 celebrazione eucaristica

CHIESA DI S. MARIA DI GALATEA, Mortora: dal 2 al 31 maggio, dal lunedì al venerdì, ore 20.00 recita del Rosario, ore 20.30 celebrazione eucaristica

CHIESA DELLA SS. TRINITà, Trinità: dall’1 al 31 maggio, dal lunedì al venerdì, ore 19.45 recita del Rosario, ore 20.15 meditazione sul tema “Signore, insegnaci a pregare”. Sacramento della S. Cresima: 3o maggio con Mons. Francesco Alfano. Anniversario inaugurazione centro parrocchiale: 31 maggio celebrazione eucaristica al centro parrocchiale presso i Colli per festeggiare un anno dall’inaugurazione.

ORATORIO DI SAN NICOLA, Piano di Sorrento: dal 1 al 31 maggio, tutte le sere ore 19.30.

CHIESA DI SAN FRANCESCO, Sorrento: ogni giorno, dal lunedì al sabato, ore 05.45 recita del S. Rosario dell’Aurora, ore 06.15 celebrazione della S. Messa con meditazione, ore 07.00 Lodi Mattutine, ore 19.30 Vespri. Solenne Triduo della Festa di S. Rita da Cascia: dal 19 al 22 maggio ore 05.45 recita del S. Rosario dell’Aurora, ore 06.15 S. Messa con meditazione, ore 19.30 celebrazione del Vespro con meditazione. Festa di S. Rita da Cascia: ore 08.30 – 11.30 – 19.00 S. Messe (con distribuzione dei petali di rose di Santa Rita). Conclusione del Mese di Maggio 2012: giovedì 31 maggio ore 19.00 con un momento di preghiera.

– CHIESA DI NOSTRA SIGNORA DI LOURDES, Sorrento: dal 1 maggio tutti i giorni ore 06.00 recita del Rosario, ore 06.30 celebrazione eucaristica

28 aprile 2012. Si insedia il nuovo Arcivescovo Francesco Alfano

Sabato 28 aprile 2012 Monsignor Francesco Alfano (56 anni) già Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi-Conza-Nusco-Bisaccia si insedierà presso la Cattedrale di Sorrento per prendere possesso dell’episcopato della Diocesi di Sorrento-Castellammare di Stabia. Dopo le dimissioni preseImmaginentate dal precedente Arcivescovo Mons. Felice Cece, in carica 23 anni, la nomina ufficiale è avvenuta il 10 marzo scorso con grande gioia dell’intera Diocesi sorrentino-stabiese. Il neo-arcivescovo ha pubblicato un diario dei giorni che hanno preceduto il giorno della nomina ufficiale dove traspaiono tutti i sentimenti che hanno accompagnato questo duro quanto piacevole cambiamento: la chiamata da Roma, la paura di sentirsi traditore della sua diocesi, il conforto nella preghiera, la visita in gran segreto presso la Diocesi di Sorrento-Castellammare e la obbedienza totale alla volontà di Dio. Le attese dei fedeli nei confronti del nuovo Arcivescovo sono forti, ma con le sue parole e i suoi disvelamenti Mons. Francesco Alfano è già riuscito a farsi amare dall’intera comunità diocesana. 

La celebrazione in Cattedrale sarà riservata ai sacerdoti laici e religiosi ma sarà possibile accogliere il nuovo Arcivescovo in Piazza Tasso a Sorrento a partire dalle ore 17.00.

PIRATA DELLA STRADA A SORRENTO. PROVOCA UN TAMPONAMENTO E SCAPPA VIA

Sorrento. Sono in aumento in Penisola Sorrentina i pirati della strada come dimostra l’ultimo episodio avvenuto tra le ore 22.30 e 22.45 di martedì 27 dicembre all’altezza dell’incrocio tra Corso Italia e Vico Terzo Rota a pochi passi dalla polizia municipale, dalla polizia stradale e dalla sezione distaccata della Polizia di Stato di Sorrento. Un’autovettura che accenava ad uscire da Vico Terzo Rota ha innescato un incidente tra un’altra autovettura che ha inchiodato bruscamente i freni all’asfalto e un ciclomotore che non ha potuto evitare il tamponamento. Violento lo scontro tra il conducente del ciclomotore che ha impattato sul cofano dell’autovettura cadendo a terra, riportando diverse contusioni per tutto il corpo e danni al ciclomotore. Nonostante questo e il casco volato in avanti per diversi metri, il conducente dell’automobile ha pensato bene di accelerare schiodandosi velocemente dal punto in cui era avvenuto l’incidente senza minimamente accertarsi delle condizioni della conducente del ciclomotore che giaceva a terra. Per il caos generale e nell’intento di soccorrere la ragazza, sono stati vani i tentativi di rintracciare il numero di targa del pirata della strada che ha preso velocità svoltando verso Viale Degli Aranci, ma la presenza delle telecamere in quel punto fa ben sperare sul riconoscimento dell’auto pirata. In corso la denunzia per omissione di soccorso: «era una macchina color chiaro, probabilmente grigio metalizzato – affermano dei testimoni che hanno assistito all’impatto – il suo è stato davvero un gesto disumano».

AMBIENTIAMOCI. UN SUCCESSO IN VERDE

Sorrento.Si è concluso con successo il progetto “Conoscere e imparare a riutilizzare il materiale riciclabile” finanziato dalla Comunità europea tramite l’Agenzia Nazionale dei Giovani nell’ambito del programma Gioventù in azione. Il

Il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero

progetto, patrocinato dai Comuni di Sorrento e di Piano di Sorrento che ha visto la collaborazione di Alba Onlus, Penisolaverde e Fareverde Penisola Sorrentina, ha coinvolto quasi 200 ragazzi dai 9 ai 17 anni che negli ultimi mesi hanno discusso sul tema della raccolta differenziata e creato opere d’arredo urbano utilizzando il materiale riciclabile. Borse di plastica ricamate all’uncinetto, presepi di tappi e cartoni, quadri con disegni stilizzati in rame e altri rifiuti RAEE e molte altre creazioni sono state esposte venerdì 20 dicembre presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento stracolma di persone e alla presenza della stampa e di altre autorità della Penisola Sorrentina a cui sono stati presentati i risultati del progetto, le fasi, il coinvolgimento e gli intenti di oltre sette mesi di lavoro del gruppo di giovani promotori. «Abbiamo partorito questa iniziativa quando la Campania versava in seria emergenza rifiuti – ha affermato la responsabile del progetto Costanza Martina Vitale – e abbiamo deciso di coinvolgere quanti più giovani possibile per impattare al meglio sull’educazione ambientale delle nuove generazioni attraverso un percorso che includesse prima la riflessione poi la pratica. Gli aderenti al progetto – continua Vitale – hanno imparato a conoscere e a riconoscere il materiale riciclabile lavorando con esso all’insegna del riutilizzo».

All’evento conclusivo dal titolo significativo “Ambientiamoci” sono inoltre

Assessore al Bilancio Michele Bernardo

intervenuti il Sindaco di Piano di Sorrento Giovanni Ruggiero, gli Assessori al Bilancio e all’Istruzione del Comune di Sorrento, il direttore di Penisolaverde Luigi Cuomo e il Presidente del Movimento Decrescita Felice Alessandro Lauro. La manifestazione si è chiusa con la consegna degli attestati agli aderenti al progetto e alla premiazione delle opere più originali con premi offerti da Equoqua e Ulysse S.p.A. per promuovere il benessere fisico e il commercio equo e solidale.

AMBIENTIAMOCI

Sorrento. Martedì 20 dicembre alle ore 10.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Sorrento il Comitato Giovani Radici terrà la manifestazione pubblica “Ambientiamoci” in occasione della quale verranno presentati i risultati del progetto “Conoscere e imparare a riutilizzare il materiale riciclabile” finanziato dalla Commissione europea tramite l’Agenzia Nazionale dei Giovani nell’ambito del progetto Gioventù in azione e patrocinato dai Comuni di Piano di Sorrento e di Sorrento. La manifestazione, a cui parteciperanno anche Penisolaverde, Alba Onlus, Fareverde Penisola Sorrentina e Decrescita Felice, sarà occasione per esporre alcune delle opere realizzate in materiale riciclato dagli aderenti al progetto e per premiare i lavori più creativi grazie alla collaborazione di Equoqua e di Ulysse che offriranno ai vincitori dei buoni omaggio per la palestra e dei cestini contenenti prodotti derivanti dal commercio equo e solidale. «Lo scopo del progetto è stato – afferma la responsabile – quello di far capire ai ragazzi il valore di quelli che noi chiamiamo rifiuti attraverso il riutilizzo di questi materiali in modo semplice e divertente».