“Dai un volto alla tua passione sportiva”: invia la tua foto e sarà pubblicata

7930632-testa-umana-con-il-simbolo-del-punto-interrogativoHai incontrato un personaggio dello sport e hai una foto con lui?

Puoi inviarla all’indirizzo e-mail info@giornaleilcentro.com e la vedrai pubblicata nella prossima edizione del giornale “Il Centro” all’interno della rubrica sportiva!

Nell’oggetto della e-mail scrivi: DAI UN VOLTO ALLA TUA PASSIONE SPORTIVA

Allega la fotografia e inserisci questo modulo compilato nel corpo della e-mail:

Nome e cognome dello/a sportivo/a:

Nome e cognome del/la lettore/trice:

Data in cui è stata scattata la foto:

Occasione in cui è stata scattata la foto:
Se sei un appassionato di sport, ti ricordiamo inoltre che ENTRO IL 30 GIUGNO 2013 puoi partecipare alla II edizione del Concorso letterario-fotografico Akmàios.
TEMA IL MONDO DELLO SPORT Concorso Akmàios
Il Concorso Akmàios offre ai partecipanti tre tematiche a cui è possibile partecipare con poesie,  fotografie, racconti o interi romanzi.

IL MONDO DELLO SPORT” è una delle tematiche. Di seguito qualche spunto di riflessione e di ispirazione per le vostre opere. “Il mondo dello sport” è pensato per gli amanti dello sport, dei campioni, del gioco di squadra, della vittoria e della sconfitta, degli schemi, del duro allenamento, di sogni infranti e delle aspirazioni. Un mondo che racconta storie, spesso istruttive perché temprano e insegnano ad osare. Un mondo che spesso vive di idoli e miti, che può portare al podio, o al baratro. O ad entrambi”  Continua a leggere

Annunci

Scuola calcio gratuita per minori svantaggiati. Aperte le domande di ammissione

Foto tratta dal web

Vico Equense – Far partecipare in modo gratuito, i ragazzi residenti nel Comune, che sono nati dall’anno 2000 fino al 2006, alla scuola calcio. Questo il proposito dell’assessorato alle politiche sociali e quello allo sport, in collaborazione con la “Società Sportiva Vico Equense Calcio 1958”, nell’ambito delle attività sociali a sostegno della condizione giovanile. «Il progetto – spiega il Sindaco Gennaro Cinque – è rivolto ad un gruppo di venti ragazzi, il cui nucleo familiare di appartenenza si trovi in una condizione di disagio sociale. Ai minori sarà consentito di praticare attività sportiva gratuita, con copertura assicurativa, partecipando ai corsi sportivi della Scuola Calcio Vico Equense. Inoltre la stessa Società mette a disposizione, sempre per soggetti in condizione di disagio economico, venti abbonamenti gratuiti per gli incontri che si svolgeranno sul campo di Massaquano e che la squadra del Vico Equense disputerà nel campionato di Eccellenza per la stagione sportiva 2012/2013». Le domande dovranno pervenire entro il 7 settembre 2012, presso l’Ufficio Politiche Sociali, complete dell’attestato ISEE (reddito anno 2011). «A tal proposito – conclude il Primo cittadino – sarà elaborata una graduatoria di merito, sia per la partecipazione alla scuola calcio che per gli abbonamenti».

Fonte: e-comunica srl

Il Centro è on line: aspettando Natale…

Questo mese la prima domenica di Avvento del 2011 si apre con la 53° edizione della rivista Il Centro, già affermatasi in Penisola Sorrentina per l’attenzione che sa rivolgere al mondo del sociale, dell’arte, della cultura e della religione. In questo numero:

– Il progetto di restauro delle edicole votive di Piano di Sorrento e l’intervista al Professor Pierfrancesco Rescio

– Cecilia Coppola intervista padre Ferruccio per i suoi 60 anni di sacerdozio

Marina D’Aequa, trent’anni dopo la tragedia

– Per la rubrica “Cucino con il Centro” un gustoso calendario dell’avvento

– Giuseppe Arpino, ministrante con il piglio da leader

– i 2 anni della rubrica sportiva “Il Centro…campo

E ancora la rubrica di diritto canonico, il saluto di una catechista, la protezione civile di Piano di Sorrento compie un anno, la rubrica di teoria e pratica per aiutare i giovani studenti nella comprensione delle materie scientifiche, l’appuntamento con il testo sinodale da poco pubblicato nella nostra diocesi e tanto altro.

Da questo mese Il Centro è anche online!

Un modo per essere ancora più vicini ai nostri lettori

CLICCA QUI PER LEGGERE L’EDIZIONE DI NOVEMBRE

Ciao Marco

Articolo di: Antonella Coppola

Un giorno disse “Si vive di più andando 5 minuti al massimo su una moto come questa, di quanto non faccia certa gente in una vita intera.” Lui era Marco Simoncelli, pilota Honda Gresini nella classe Motogp. Domenica 23 ottobre ha iniziato l’ultima gara della sua carriera, che non gli avrebbe dato nessuna possibilità di vincere il mondiale, già assegnata a Stoner, ma che lo avrebbe fatto divertire ancora, perché lui correva per questo. Scende in pista con il suo solito sorriso irriverente, con la sua massa di capelli che tanto ricorda un Rossi ai primi tempi, parte, da gas, entra in curva e scivola, le gomme fredde, l’elettronica, il destino crudele ed è un attimo. Colin Edwards non può evitarlo, Valentino riesce a mala pena a reggersi in piedi. Il casco del numero 58 libera i boccoli rotolando via. Invani i tentativi di rianimarlo, Super Sic smette di vivere sulla pista di Sepang dove nel 2008 aveva vinto il titolo di campione del mondo nella classe 250. Come Kato e Tomizawa, come tanti non famosi è volato via. Chissà come’è il grip sulle nuvole.

ALTRO CHE FOOTBALL!

Articolo di: Antonella Coppola

«Voglio farti un regalo…». No, non è la canzone di Tiziano Ferro, ma ciò che mi ha detto Davide Degli Innocenti, designer dei caschi di Rossi, mentre entrava nel motorhome Dainese; io ero fuori ad attenderlo mentre cercavo di capire che non stessi vivendo un sogno. Esce con un casco in mano, non potevo crederci, «ha appena finito le prove libere con questo», il casco di Valentino Rossi nelle mie mani, anche se poi il sabato ne avrebbe avuto uno nuovo, tutto dedicato alla situazione del mondiale. Ma non m’importava perché avere per il tempo di una foto, la possibilità d’essere ad un passo da tutto ciò che per una vita avevo solo visto in tv mi ha ripagato della stanchezza del viaggio, del sole cocente, del tassista poco economico. Davide non lo sa cosa ha realizzato nella mia vita e non solo lui. Esserci. Toccare l’asfalto e rubare anche un bel po’ di brecciolino dal circuito di Misano, poter vedere la gomma che resta attaccata a terra dopo un passaggio in curva è stata un’emozione incredibile. Quel pass che portavo al collo mi ha permesso di poter ascoltare, come una musica, il rombo delle moto che venivano provate aldilà delle saracinesche dei box, alcune spalancate, mi ha dato modo di passeggiare tranquilla tra tecnici, meccanici, ingegneri, giornalisti e salutare come se ci conoscessimo da sempre grandi piloti come Cecchinello, che mi ha pure dato un bacio, o come Andrea Iannone che quasi mi chiedeva di fare lui la foto con me; poi Simone Giorgi, Sandro Cortese, Stefan Bradl atteso e acclamato da un gruppo di simpaticissimi tedeschi. Dentro e fuori dai box sembrava di essere amici da una vita, si parlava con tutti e non ho idea di quanti video e fotografie mi vedono presente; bellissimo poi incontrare quelli che fino a poco tempo prima erano solo contatti di facebook: Vittorio e Giovanna, vincitori tra l’altro del concorso indetto da Enel Energia (in premio un casco realizzato sulla base di un loro progetto che ha ricevuto il massimo dei voti), Valentina che mostrava soddisfatta il cartellone per Rossi alle telecamere, sapere poi, che tra i tanti appassionati c’era anche una buona presenza dei fans della pagina facebook Valentino Rossi The Doctor Fan Club di cui un amico mi ha reso amministratrice è stata una grande soddisfazione, peccato non aver incontrato Alice. Insomma, ho realizzato un grandissimo desiderio, dovrei fare una lista di ringraziamenti lunghissima, raccontarvi tutte la varie dinamiche con cui il destino ha fatto in modo che tutto questo potesse accadere, ma sapete chi ringrazio? Graziano e Stefania Rossi che dal loro amore hanno fatto nascere il nostro nove volte campione del mondo. Misano 2011: altro che football!

AFFIDATEVI AL “FATTORE C”

Articolo di: Francesco Bevacqua

La guida è opera esclusiva e originale della Coop. Akmàios in collaborazione con la rubrica sportiva Iil Centro Campo. Tutti i diritti riservati.

Gli appassionati di fantacalcio sono in fermento: finalmente inizia, dopo un’estate che più povera di calcio non si poteva, il campionato di Serie A! Quest’anno gli allenatori partecipanti al Fanta…Centro, organizzato dalla redazione sportiva de Il Centro, ma anche tutti coloro che gestiscono una squadra, hanno a disposizione uno strumento innovativo per essere aggiornati sulle statistiche ed indovinare il colpo di mercato dell’anno. è disponibile online la guida Fattore C, un e-book che passa ai raggi X tutti i protagonisti del nuovo campionato. Adriana Ciampa, Maria Vittoria Russo, Carmine Cioffi, Adalberto Koepke, Antonio Scala, Ciro Savarese, Enrico Gargiulo, Simone Russo, Francesco Pollio, Antonino D’Auria hanno seguito l’evolversi del calciomercato per recensire le rose delle società e permettere ai fantallenatori di poter fare le proprie scelte al meglio. Oltre ai servizi sulle squadre, sono disponibili le griglie dei migliori e dei peggiori della scorsa stagione, curiosità ed un commento al mercato, che si concluderà tra qualche giorno, con gli arrivi e le partenze illustri dalla massima serie; un lavoro impreziosito dalle parole dell’esperto Gennaro Russo, già ospite della nostra redazione e vincitore nel 2007 del fantacalcio per antonomasia, il Magic Cup organizzato dalla Gazzetta dello Sport. La guida Fattore C verrà periodicamente aggiornata per poter essere utilizzata anche durante il campionato. Ogni squadra ben gestita non può infatti contare solo sugli acquisti iniziali: infortuni, squalifiche, brutte prestazioni sono sempre in agguato ed il destino di ogni calciatore non è definito. L’e-book potrebbe tornare quindi utile per capire su chi è il caso di fare affidamento, magari a gennaio, quando il mercato entrerà di nuovo nel vivo. L’ingrediente più importante di questo progetto rimane comunque la passione che ognuno dei redattori ha messo in campo; inoltre, così come il gioco del calcio, quello del fantacalcio ha sempre più abbandonato la dimensione di attività sedentaria o “di nicchia” per diventare un’occasione di aggregazione, divertimento e crescita. Con questo spirito ognuno ha unito la propria esperienza a quella degli altri per sfornare questo bel prodotto e con lo stesso spirito partirà la seconda edizione del Fanta…Centro, forte di tante novità. Se non avete ancora completato la vostra squadra affrettatevi, vi resta poco tempo; ma niente paura, quest’anno potrete contare su una buona dose di Fattore C.

Il testo è tratto dall’edizione n. 50 de “Il Centro” – Agosto 2011

Stasera Trofeo di mezza estate

Il Trofeo Mezza Estate – Torneo Città di Piano di Sorrento, organizzato con il patrocinio del comune della città, volge ormai alla conclusione. Mercoledì 3 agosto alle 21.30 andrà in scena l’atto finale della manifestazione che vedrà scontrarsi le squadre migliori del torneo: i verdi di Giorno & Notte se la vedranno con i ragazzi della Cremeria Valestra. La prima ha superato in semifinale la Oc Festolese mentre i biancorossi hanno asfaltato la Salumeria Esposito, che proprio nel momento più importante ha affrontato il peggior calo fisico e mentale. E’ stato un torneo ricco di innovazioni e di divertimento. Antonino Terminiello e Roberto Aiello sono riusciti con merito ad organizzare tutto nei minimi dettagli, compresa la serata finale che oltre alla partita decisiva sarà un momento di festa durante la quale verranno premiati i migliori della competizione e si parteciperà ad un ricco rinfresco. Con la collaborazione del giornale “Il Centro” il torneo ha potuto contare su una copertura mediatica completa, fatta di commenti alle partite, pronostici e confronti tra le squadre e nondimeno l’ambitissima intervista post-partita al migliore in campo nell’ambito della rubrica “50° Minuto”, un modo semiserio di smorzare le tensioni di gare comunque sempre giocate con correttezza e lealtà. La finalissima vedrà scontrarsi due squadre che hanno in Federico Cuomo (Cremeria Valestra) e Marcello Cacace (Giorno & Notte) due

Cremeria Valestra

splendidi protagonisti, autori non solo di reti importanti ma soprattutto di giocate da capogiro. Entrambi sono ancora in lizza per il titolo di capocannoniere e per quello di miglior calciatore del torneo e siamo sicuri che entrambi ce la metteranno tutta per raggiungere l’obiettivo. Impossibile prevedere il risultato finale; di certo sarà una partita apertissima che coronerà l’impegno degli organizzatori e delizierà la passione calcistica di tutti coloro che saranno presenti alle 21.30 al campo “Delle Rose” per passare una serata all’insegna del pallone e dell’allegria. Per leggere tutti i commenti e per visionare le interviste postpartita ognuno può collegarsi al sito trofeomezzaestate.webnotesgeek.com oppure al gruppo facebook “Torneo Città di Piano di Sorrento – Trofeo Mezza Estate”.

Un calcio alla Sla con Iezzo

Articolo di:Francesco Bevacqua

Iezzo alla Conferenza Stampa di Calcio Amore e Fantasia

Stamane alle 11.30, nella splendida cornice del Conca Park di Sorrento è partito ufficialmente “Calcio, amore e fantasia”, l’evento di beneficenza organizzato dalla Iezzo Global Management, società presieduta dal portiere del Napoli Gennaro Iezzo. La conferenza stampa ha contato pochi, ma irriducibili, presenti; molti dei giornalisti attesi sono accorsi infatti alla presentazione del nuovo difensore azzurro Britos, decisa nella serata di ieri e preparata proprio in quelle ore dalla società di De Laurentiis. Il ristretto numero di partecipanti ha permesso però un’incontro informale, suggestivo ed ha svelato uno Iezzo inedito, che ha parlato anche del suo futuro, ormai molto probabilmente lontano dalla squadra che ha contribuito a portare dalla serie C alla A con impegno e dedizione, rimanendo uno dei pochissimi, insieme a Gianello e Grava, ad aver sempre vestito la stessa casacca da quegli anni bui fino ad oggi. Il tema centrale dell’incontro è stato la lotta alla Sla, malattia degenerativa che colpisce moltissimi atleti per cause ancora, purtroppo, sconosciute e che da qualche tempo vede in prima linea l’ex attaccante Stefano Borgonovo, che, colpito da quella che lui chiama “la stronza”, ha messo in piedi con grande coraggio e forza d’animo una fondazione omonima che raccoglie denaro destinato alla ricerca medica. Iezzo ha commentato a noi de “Il Centro” la situazione dei calciatori, categoria maggiormente colpita, rispetto alla paura della malattia: «Capita molto spesso di parlare di questa situazione con i compagni, ci si ferma ogni tanto a pensare che ci sono così tanti casi nel calcio e ti chiedi perché, hai sicuramente un po’ di timore». Calcio, amore e fantasia, con la partita “del cuore” organizzata per giovedì 14 alle 20.00 allo stadio Italia e alla quale parteciperanno attori e calciatori del Napoli, si ripropone di raccogliere denaro necessario a dare una grossa mano all’associazione dello sfortunato ex attaccante di Como, Milan e Fiorentina. La sfida di beneficenza era in programma già da qualche mese, ma è slittata a causa dell’incidente capitato al difensore Hugo Campagnaro: il portiere con gran sensibilità ha posticipato tutto per poter permettere alla società partenopea di concentrarsi sull’episodio e per stare vicino all’amico e compagno di reparto. Con grande generosità Gennaro e i suoi collaboratori hanno comunque voluto portare in costiera la solidarietà, facendo fronte a grosse spese e anche a rinunce di alcuni calciatori che sono già partiti in ritiro con le rispettive squadre in vista della prossima stagione; il ricavato della serata andrà comunque interamente alla Fondazione Borgonovo, per cui siete tutti invitati ad assistere alla partita al prezzo simbolico e infinitamente utile di cinque euro. Oltre ai partecipanti, la gara sarà commentata da Raffaele Auriemma e dagli speaker di Radio Marte, partner ufficiale della manifestazione. Il 15 luglio invece si terrà il gala conclusivo della manifestazione, che vedrà la partecipazione di Alessandra Borgonovo che porterà il saluto del papà e durante la quale verranno messi all’asta cimeli particolari come la maglia di Cavani ed Hamsik, le scarpe di Lavezzi ed Ibrahimovic e tanti altri oggetti appartenuti ai campioni della Serie A, oltre alle opere d’arte di Alex Turco. Una partita oltre lo sport, oltre la celebrità, in prima linea per la vita; Gennaro Iezzo vi aspetta giovedì sera per prendere tutti insieme a calci la Sla.

Il Golden Goal di De Laurentiis

Articolo di: Francesco Bevacqua

Bruscolotti e Cattozzi in pausa

Trezeguet ci condannò in finale agli europei del 2000 dopo una partita dominata, portandosi dietro il setto nasale di Toldo e i sogni di una nazione, il coreano Ahn racconterà ai nipotini di quando svettò in area nel 2002 e segnò la rete più chiacchierata della storia dei mondiali di calcio, eliminando gli azzurri. Proprio come voleva l’infame regola del “chi segna vince” in vigore fino ad un paio di lustri fa, il botto della tre giorni di calcio parlato a Sorrento, il “Golden Goal” appunto, è arrivato alla fine, all’ultimo appuntamento disponibile. La rete decisiva l’ha segnata il presidentissimo azzurro,

Marco Fassone Dg Napoli

Aurelio De Laurentiis, che ha fatto scatenare il pubblico del teatro Armida, accorso per il gala conclusivo della manifestazione, sbattendo le porte del mercato partenopeo in uscita proprio in faccia al diretto interessato, l’allenatore del Milan Massimiliano Allegri: Hamsik non andrà via da Napoli.

Il Pampa Sosa

In realtà davvero pochi avevano dei dubbi in proposito: è bastata però una singola frase a scatenare il delirio, a far letteralmente saltare frotte di giornalisti dalle poltroncine, a far trillare telefonini e a connettere portatili. Dieci minuti dopo i media nazionali battevano l’ultima ora di mercato più importante della giornata, arricchendola di particolari succosissimi e gareggiando sulla tempestività. Difficile non percepire l’importanza del momento, non sentire il

Lorenzo Minotti Dg Cesana

pesante fruscio della notizia che ti vola accanto e non sorridere guardando tutti sbracciarsi per riuscire a strapparne un pezzo. Eppure ridurre tutto l’evento al punto più interessante di una serata francamente piatta, fatte le dovute eccezioni targate Alessandro Siani e Zero Assoluto non rende davvero giustizia a quanto accaduto durante gli incontri precedenti, seguiti da pochissimi appassionati della parola sportiva.

Forum Caro Diego con Carratelli

Venerdì 4 e sabato 5 piazza Lauro ha ospitato il gotha del giornalismo sportivo italiano: uno sbracato Giampiero Galeazzi, Mimmo Carratelli, Pierpaolo Cattozzi,

Mimmo Carratelli

Marino Bartoletti, Franco Lauro, Luigi Garlando dalla Gazzetta Dello Sport oltre ad altri ospiti di lusso come i campioni del mondo Graziani e Causio, Gianni Di Marzio, lo storico massaggiatore Salvatore Carmando e tanti altri hanno animato il pomeriggio sorrentino con bellissime discussioni sulla letteratura sportiva, sul doping, sul pallone che fu. C’è stato un momento in cui, ne sono certo, gli occhi di Cattozzi, Lauro e Galeazzi sono stati sul punto di versare molte lacrime di nostalgia. Parlavano di Novantesimo Minuto, la storia cancellata dall’avvento delle pay tv, come vecchi amici che ne hanno viste tante insieme. Il forum sul programma, che doveva durare un’ora, si è protratto per lungo tempo, nessuno aveva cuore di fermare la chiacchierata. Su quel momento si sarebbero potuti scrivere fiumi e fiumi di parole, vere antologie.

Gianpiero Galeazzi

Le regole del calcio e del giornalismo moderno la poesia di quell’attimo non possono

Salvatore Carmando

comprenderla. In secondo piano, invece, i premi assegnati durante la serata di gala ad Antonio Conte, prossimo allenatore della Juve, a Marco Parolo del Cesena, a Massimiliano Allegri, Stefano Colantuono e all’assente, causa coppa America, Edinson Cavani. Resta l’entusiasmo dei tifosi, soprattutto napoletani, che in un momento di grossa crisi dovuta ai nuovi illeciti hanno sempre più bisogno di credere che il calcio sia qualcosa di pulito e di emozionante e non solo una corsa allo scoop o un enorme miscelatore di denaro.

Per vedere altre foto clicca su Foto -> Interviste Famose

Il leoni di Wimbledon nell’arena capitolina

Articolo di: Adriana Ciampa

La redattrice Adriana Ciampa con la tennista Flavia Pennetta

Durante la settimana che va dal 7 al 14 Maggio si è svolto a Roma il Master 1000 Internazionali d’ Italia, il più importante torneo di tennis che ha luogo in Italia. Per la prima volta dalla nascita del torneo è stato scelto l’ utilizzo della formula “combined” un’unica settimana in cui uomini e donne giocano contemporaneamente. Le speranze italiane erano riposte nei vari Starace, Volandri, Bolelli, Pennetta ma sopratutto nella detentrice del Roland Garros Francesca Schiavone, che purtroppo dopo la trionfale vittoria durata oltre due ore Giovedì 12 contro la slovacca Daniela Hantuchova (io c’ ero) ha ceduto il giorno seguente sconfitta dalla (poi finalista) Samantha Stosur. Anche quest’ anno ho assistito alla sconfitta di Roger Federer ormai da un paio d’ anni avulso ad arrivare in fondo al torneo capitolino, l’ ex numero uno del mondo ha ceduto non senza combattere perdendo al tie-break del terzo set da un Gasquet ritrovato. Nadal e Djocovic rispettivamente numero 1 e 2 del mondo sono come da copione arrivati in finale,dove il serbo ha vinto per al seconda volta consecutiva sulla terra, contro un Nadal che al Roland Garros si troverà a difendere lo scettro di numero 1 al mondo e Re di Francia. A livello femminile Roma ha incoronato una nuova Regina la russa Maria Sharapova che stando alle statistiche ha battuto per l’ ottava volta consecutiva Samantha Stosur. La nuova formula adottata ha richiamato a Roma il grande pubblico che ha toccato il suo massimo il Mercoledì con ben 16000 ingressi. L ‘emozione di vedere il grande tennis e i vari campioni dal vivo non ha prezzo. Il Centro c’ era.

Clicca qui per vedere altre foto